Scegliere un computer per lavorare: due possibilità differenti

I computer che solitamente consiglio di acquistare sono principalmente di due tipi: scegliete o un pratico notebook (o addirittura un ultrabook se avete disponibilità economiche superiori) o alternativamente un desktop con “case” a torre.

Le altre tipologie (come le workstation, i server, i NAS o i tablet) hanno utilizzazioni già più specifiche e comunque sono solitamente meno versatili. Un palmare è utile ma lo usa chi è costretto per lavoro a viaggiare. Un tablet PC non consente lavori complessi anche se va benissimo per svolgere le operazioni di base come scrivere testi, inviare e-mail o navigare in internet. Palmari, tablet o iPad sono dispositivi comodi da trasportare ma non sempre comodi per digitare testi molto lunghi.

Notebook

Meglio un notebook con un monitor di 17 pollici. Se con questo computer siete abituati a lavorare anche in ufficio vi servirà un mouse (il touchpad non è sempre comodissimo ed efficace per usare appieno i programmi). Se vi occupate spesso di contabilità allora avrete bisogno di un tastierino numerico con collegamento USB. Un notebook infatti spesso non è dotato di tastierino numerico.

Ricordatevi che al notebook potete comunque aggiungere delle periferiche come un monitor alternativo o dischi rigidi esterni. Comunque questo dipenderà dal numero di porte USB disponibili sulla scocca dell'apparecchio. Questa sarà una cosa da verificare al momento dell'acquisto.

Ad un computer notebook è anche possibile associare una tastiera per la digitazione con maggiore comodità.

Desktop a torre

Un computer desktop a torre è assai più versatile (ed economico da riparare ed ampliare). Potete acquistare un “case” (scheda madre, CPU, RAM, schede audio ecc...) di una marca mentre il monitor di un'altra. Potete addirittura decidere di farvi assemblare un computer con pezzi a vostra scelta. Questo è quello che fanno i negozianti specializzati che vi permettono di spendere il giusto rispettando le prestazioni massime di cui avete bisogno.

Un monitor per un computer fisso dovrebbe possibilmente essere più grande: 17 pollici. Diciamo che 20 pollici sono le dimensioni ideali anche per l'uso domestico. Il grafico invece potrebbe aver bisogno di monitor assai più grandi (22, 24, 27 pollici) se non addirittura di 2 monitor collegati in parallelo per ampliare fisicamente la superficie di lavoro sulla quale disporre le finestre dei diversi applicativi. Al desktop andranno abbinate periferiche adeguate: mouse, tastiera, stampanti e di quant'altro avrete bisogno per svolgere il vostro lavoro.

Anche se avete le idee chiare e fatta eccezione per mouse e tastiera che sono indispensabili per il funzionamento del computer, datevi il tempo e il modo per scegliere con calma periferiche quali stampanti, dischi rigidi esterni, webcam e tutti gli altri accessori.

Imparate a capire di cosa avete bisogno prima e solo in un secondo tempo fate le vostre scelte.