Cosa sono le icone e simboli?

Le icone sono immagini simboliche, spesso di piccole dimensioni che rappresentano qualche tipo di “contenuto”, “oggetto”, “programma”, “funzionalità” del computer.

Il primo luogo dove troviamo queste immagini è la schermata principale del computer.

Di queste immagini simboliche abbiamo una percezione quasi materiale. Quando muoviamo il puntatore del mouse sullo schermo il puntatore cambia forma o dimensioni al contatto con l’icona. Un esempio tipico è la freccetta che si trasforma in manina con indice verso l’alto.

Il mondo delle icone è un vero e proprio universo carico di significati. Qui sotto raccogliamo alcuni esempi icone e del loro significato. La cosa importante non è tanto conoscere a memori il significato di tutte le icone imparare a capire con intelligenza cosa una certa icona può riguardare.

Si tratta prima di tutto di allenare lo sguardo e la capacità interpretativa. Per questo è necessario soffermarsi a “guardare” bene le immagini presenti sullo schermo evitando di farsi confondere dall’eccesso di comunicazione presente.

Esempi di icone ricorrenti…

Immagine

Pc e Personal Computer Desktop…

Immagine

Telefono, contattaci, chiamaci…

Immagine

Stampante e COMANDO STAMPA…

Tutte queste icone sono facilmente interpretabili. Alcune di queste come nel caso più evidente del telefono sono ancora attuali nonostante l’oggetto “telefono con la cornetta” sia scomparso da più di un decennio. Nonostante tutto il simbolo della cornetta è ancora universalmente riconosciuto come il segno che indica il telefono, la comunicazione, il gesto del chiamare.

Questo accade perché il simbolo è ormai entrato nella conoscenza collettiva e perfino i bambini nati nei primi anni del nuovo millennio (bambini che non hanno mai incontrato questo modello di telefono) riconoscono il simbolo perfettamente.

Così come la stampante che carica i fogli dall’alto per emettere il documento stampato da una fessura in basso non è necessariamente un modello “standard” eppure lo riconosciamo come modello tipico di stampante.

Salvare, registrare, conservare

Il disegno di un Floppy Disc (disco da 3’’ 1/2 per il salvataggio di documenti e programmi) è diventato simbolo universale del salvataggio o dell’operazione di registrare e conservare dati. Eppure sono decenni che questo tipo di disco è stato abbandonato.

La comunicazione e la simbologia informatica è in continua mutazione, è prioritari allenare il proprio sguardo e la propria capacità di interpretare il significato dei simbolo. Questa considerazione non fa altro che confermare la necessità di “formarsi” e “informarsi” in continuazione per non perdere l’evoluzione dei linguaggi e dei simboli.

Mouse

In alcuni casi ha la coda, il cavo che lo connette al PC, in alcuni casi somiglia ad uno scarabeo, in altri la coda non ce l’ha ma emette onde radio. Eppure questo strano oggetto è universalmente conosciuto come mouse.

Documento, testo, appunto…

Un foglio con delle righe scritte. Niente di più semplice da interpretare. Rappresenta spesso una lettera, degli appunti, uno scritto, un testo, un libro, una relazione.

Non importa cosa ci sia scritto probabilmente è quel testo che stiamo cercando anche quando non riconosciamo il nome.

Spesso può rappresentare anche il programma di video scrittura.

Tipi di "oggetti" presenti in un computer

Cosa possiamo trovare dentro ad un computer o meglio cosa troviamo “scritto” dentro ad un disco rigido?

Gli oggetti principali sono di 4 tipi:

  • Cartelle (contenitori);
  • Programmi;
  • Documenti generici;
  • Collegamenti.

Punto per punto spiegherò cosa sono questi 4 oggetti e come si distinguono.

Le “cartelle” sono la rappresentazione di un fascicolo contenente documenti. Essenzialmente si tratta di contenitori.

Con una metafora, si può spiegare una cartella (inglese: folder) come fosse una “scatola”. Questa può contenere oggetti (programmi, documenti, collegamenti) e anche altre cartelle annidate le une dentro alle altre.

Graficamente sono identificabili da icone che rappresentano cartelline gialle o celesti (nel caso di altri sistemi operativi) …

Cartelle chiuse o aperte

I “programmi” non sono altro che una sequenza ordinata di istruzioni e comandi che a partire da determinate informazioni di input restituiscono risultati di qualche tipo.

Graficamente sono rappresentati nel computer con nomi e simboli più o meno comprensibili.

I “documenti generici” sono tutti quei “materiali” salvati all’interno di un computer come lettere, testi, immagini, video, suoni, brani musicali, fogli di calcolo o bilancio.

Spesso chiamati più genericamente (ed in modo improprio) con il nome di “file” (plurale files) come dalla parola inglese che indica un “dossier” una “pratica”.

I “collegamenti” sono porte che danno accesso a cartelle o documenti all’interno dell’albero delle informazioni salvate su un determinato computer. Un collegamento è come una porta in un muro, ci premette di entrare in una stanza. La magia è che mentre nel mondo reale la porta esiste solo fra due stanze adiacenti (vicine) nel mondo dei computer questa porta consente di acceder a stanze (cartelle) o file distanti fra loro.