Cos'è un'ìnterfaccia utente di un programma?

In informatica, per interfaccia utente si intende l'insieme degli elementi grafici ed estetici ai quali è attribuita la funzione di comunicazione fra macchina ed utente. I tasti, le caselle di ricerca, le tendine, le barre di scorrimento laterale, le parole Cliccabili, i tasti di tipo “swich” (on/off) possono tutti essere considerati elementi di una interfaccia utente.

Agli albori dei computer si utilizzava un interfaccia a così detta “riga di comando” dove era necessario conoscere i comandi per dare istruzioni ad un computer; oggi questa logica è cambiata e si fa uso di interfacce i cui elementi grafici e spesso di tipo simbolico e corrispondono a comandi ben precisi.

Ad esempio non stupisce che il tasto salva di molte interfacce sia ancora rappresentato da un floppy disc. Il motivo risiede nel fatto che in passato era uso salvare programmi e file su dischetti floppy che sono però attualmente obsoleti. Si tratta quindi di un tasto simbolico che si fa vettore del concetto di salvataggio di un file.

Quindi, attraverso una interfaccia grafica, cliccabile e per mezzo di un puntatore controllato da un mouse, è possibile lanciare specifici comandi di un programma.

Ciò che a noi interessa maggiormente è che differenti programmi utilizzano spesso interfacce grafiche simili ovvero sistemi di comunicazione utente/macchina basati su simboli condivisi e strutture grafiche molto simili fra loro.

Imparare bene la struttura e la simbologia di una interfaccia grafica significa quindi imparare un “linguaggio” condiviso fra molti programmi.

Che il linguaggio sia condiviso è un fatto talmente ordinario che guardate cosa succede al livello di colori e programmi applicativi.

Microsoft Word ha una icona di colore blu così come OpenOffice Writer. Entrambe sono editor di testo.

Microsoft Excel ha un’icona verde e anche Open Office Calc.

Nel mondo egli applicativi web based è la stessa cosa.
Nell’ambiente delle applicazioni web di Google abbiamo “Documenti” (editor di testi) e “Fogli” (foglio di calcolo) che sono rispettivamente blu e verdi.

Comunicazione condivisa

Le icone degli editor di testo sono ricorsivamente “Blu”.

In ordine da sinistra a destra: MS Word 2007, OO Writer 2010, MS Word 2013 , Google Documents.

Le icone dei fogli di calcolo sono ricorsivamente “Verdi”.

In ordine da sinistra a destra: MS Excel 2007, OO Calc 2010, MS Excel 2013, Google Sheets.

Ovviamente questa continuità nei colori non è una pura casualità. Si tratta invece di una scelta consapevole degli sviluppatori per far sì che il linguaggio delle icone sia sempre familiare.