Scegliere un sistema operativo ed un ambiente informatico

Abbiamo detto che la nostra strategia di fondo è: non complicare le cose più di quanto non sia necessario.

Non esistono infinite possibilità di scelta sui sistemi operativi.

Se siete un utente inesperto non potrete fare a meno di acquistare un computer provvisto di sistema operativo già caricato al suo interno con licenza OEM.

In questo caso avete due opzioni:

  • Un computer con Microsoft Windows
  • Alternativamente un computer Apple con sistema operativo Mac OS incorporato.

Se siete più smaliziati o avete l'aiuto di un tecnico a vostra disposizione allora potrete risparmiare qualche soldo acquistando un computer assemblato (scegliendo pezzo per pezzo) e installandovi sopra un sistema operativo gratuito come Linux nelle sue versioni più comuni (Ubuntu, RedHat, Debian, Suse, ecc...)

Dobbiamo dire tuttavia che i sistemi operativi Linux hanno qualche difficoltà in più durante l'installazione dei “programmi applicativi” che non sono sempre facili da reperire e da configurare.

Chi è già è abituato a Microsoft Windows potrebbe trovare la cosa perfino sgradevole. La verità è che anche qui è tutta questione di abitudine.

Infine, ricordate che se siete un utente alle prime armi avrete il solo desiderio di accendere il computer e che il sistema operativo funzioni subito e senza alcun problema.

E' vero infatti che in alcuni casi con Linux questo purtroppo non accade.

Un'annotazione importante riguarda i software applicativi professionali e gestionali: non tutti questi software sono disponibili per i sistemi operativi Linux. Quindi se siete professionisti e pensate di fare uso di software specifici non avete molte scelte: dovrete necessariamente acquistate un sistema operativo commerciale.L'ideale, lo ribadisco, è fare la scelta semplice. Usate un sistema operativo alla vostra portata. Benissimo Microsoft Windows, ottimo MAC OS.

Schermata principale del Desktop di Ubuntu 12.04