La "To Do List": pianificare le attività in modo semplice

Siate metodici e sistematici, il lavoro produttivo in certi momenti può sembrare anche ripetitivo ma tenendo presente il vostro obiettivo tutto diventerà più semplice.

Niente è più frustrante del lavorare continuando a chiedersi: “ma perché sto facendo questo?”

Cosa c'entra la pianificazione con i computer: sono convinto che la pianificazione realizzata per mezzo di un computer, oltre che essere più veloce e flessibile è anche più efficace.

Come scrivere la "to do list"

Scrivete la vostra lista delle cose da fare… e per favore smettetela di chiamarla “To Do List”

L'accezione “To Do List” così come viene usata generalmente dà l'idea che … “ooooh! sì prima o poi queste sono cose che farò...!!!”

Cominciate a cambiare il vostro atteggiamento, chiamatela “JUST DO IT...” vi darà molto di più la sensazione che quello che avete davanti è piuttosto un elenco di cose che dovrete cominciare a fare da subito... Ora, proprio in questo momento senza perdere tempo, senza accampare scuse o giustificazioni.

Preparate l'elenco delle vostre attività e indicate un valore di priorità decrescente. Una priorità 0 è una priorità assoluta, si tratta di una cosa urgentissima da fare, che non può essere procrastinata ulteriormente. Più è altro il grado di priorità meno sarà urgente la cosa da fare.

Quando un lavoro è molto complesso e state preparando il vostro elenco tentate di suddividere ciascuna delle macro attività in sotto-attività che servano a completare l'intero lavoro.

Non iniziate necessariamente dalle attività urgenti, ma cominciate dalla attività tecnicamente più problematiche; queste attività, infatti vi richiederanno freschezza mentale, lucidità e sempre tempo aggiuntivo che non avete stimato.

Le attività più semplici, benché numerose, le svolgerete in meno tempo. Probabilmente saranno anche le più piacevoli e saranno completate con più facilità.