Aggironamre la conoscenza dei mezzi: evolversi sempre

Se intendete usare l'informatica per lavoro allora sappiate che avete scelto uno dei mondi più dinamici e veloci di tutti gli altri; se l'informatica è la chiave strategica della vostra produttività sarete costretti ad aggiornavi continuamente.

Questo vale sia per quanto riguarda i software sia per quanto riguarda l'hardware. Si muovono pressoché di pari passo, la loro evoluzione segue ritmi vertiginosi ed è molto difficile rimanere al passo, ma è necessario.

Esiste anche un altro pericolo: talvolta nell'ambito dello svolgimento della nostra professione ci troviamo di fronte a dei limiti (che non percepiamo come tali) e continuando a lavorare sempre con gli stessi mezzi finiamo per ottenere pressoché gli stessi risultati: utilizziamo il solito editor di testo, il solito foglio di calcolo o lo stesso programma di grafica. Utilizziamo il solito monitor da 15 pollici, lo stesso sistema operativo... questi sono i nostri strumenti ma silenziosamente agiscono come un nostro limite tecnico.

Per spiegarmi meglio userò una semplice metafora: con una sega non potrò mai piantare chiodi, con un martello non potrò mai segare tronchi.

E' importante rinnovare il proprio parco strumenti. Acquistare o procurarsi nuovi software anche se non sappiamo veramente quanto potranno esserci utili. Saranno loro o i loro produttori a darci nuove idee.

Se siamo abituati ad usare word per la scrittura dei nostri testi e ormai i nostri prodotti sembrano essere tutti uguali, è ora di acquistare un nuovo prodotto: affidiamoci ad un editor diverso, più potente, probabilmente più costoso.

Incontrando nuovi strumenti avremo la possibilità di sviluppare nuovi prodotti. E' chiaro che per usare una sega è necessaria la volontà di segare un tronco o un ramo ma a questo dovete pensare voi.

Molti hanno già risolto numerosi problemi prima di noi. La rete ci aiuta ad incontrare più facilmente le soluzioni ai nostri problemi. Rimanendo coerenti al nostro ambiente di lavoro dobbiamo continuamente tentare di rinnovare la conoscenza dei nostri mezzi (hardware o software che siano).

Se riusciamo a rinnovare questa conoscenza (specie quella della nostra perizia tecnica) non ne verrà migliorata solo la quantità di lavoro ma anche la qualità e l'innovazione del lavoro svolto.

E' sempre stato importante essere innovativi, non solo oggi.